Covid-19 Imprese – finanziamenti

FINANZIAMENTI BANCARI PER LA LIQUIDITA’ GARANTITI DAL FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Liquidità approvato dal Consiglio dei Ministri, diventano operative le misure a supporto di imprese, artigiani, autonomi e professionisti.

Per favorire la ripartenza del sistema produttivo italiano, una volta superata l’emergenza sanitaria causata dal covid-19, è stato deciso di trasformare il Fondo di Garanzia per le Pmi in uno strumento capace di garantire fino a 100 miliardi di euro di liquidità, potenziandone la dotazione finanziaria ed estendendone l’utilizzo anche alle imprese fino a 499 dipendenti.

E’ inoltre previsto un forte snellimento delle procedure burocratiche per accedere alle garanzie concesse dal Fondo, che agirà su tre direttrici principali:

  • garanzia al 100% per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi fino a un massimo di 25.000 euro, senza alcuna valutazione del merito di credito. In questo caso le banche potranno erogare i prestiti senza attendere il via libera del Fondo di Garanzia (per maggiori informazioni clicca qui);
  • garanzia al 100% (di cui 90% Stato e 10% Confidi) per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi fino a un massimo di 800.000 euro, senza valutazione andamentale (per maggiori informazioni clicca qui);
  • garanzia al 90% per i prestiti fino a 5 milioni di euro, senza valutazione andamentale (per maggiori informazioni  clicca qui).

Il Decreto Liquidità prevede inoltre la possibilità di accedere alla garanzia dello Stato anche alle imprese che abbiano un finanziamento già in essere. In questo caso l’impresa può chiedere un rinegoziazione del debito precedente a condizione che il nuovo finanziamento sia di importo superiore al precedente per almeno del 10%. In questo caso la garanzia dello stato coprirà l’80%.

FINANZIAMENTI BANCARI PER LA LIQUIDITA' GARANTITI DA SACE

E’ stata prevista la possibilità di concedere alle imprese garanzie statali sui prestiti bancari attraverso Sace.

Per le imprese di grandi dimensioni e le PMI, inclusi lavoratori autonomi e liberi professionisti, che abbiano esaurito la propria capacità di accesso al Fondo centrale di Garanzia, si prevede la concessione fino al 31 dicembre 200 di una garanzia di SACE sui finanziamenti bancari accordati alle seguenti condizioni (in linea con quelle definite dal paragrafo 3.2. del Temporary Framework della Commissione sugli aiuti di Stato alle imprese colpite dall’emergenza).

(clicca qui).

La Banca si riserva la valutazione del merito creditizio e dei requisiti necessari alla concessione dei finanziamenti.

 

.